News Immobiliari

Resta aggiornato con le notizie dal mondo immobiliare estero

ECUADOR

ECUADOR

L’Ecuador ufficialmente Repubblica dell’Ecuador, è una repubblica presidenziale del Sudamerica con un’estensione territoriale di 283.561 km² e una popolazione di 16.866.664 abitanti.

Situato nella parte nord-occidentale del Sudamerica, l’Ecuador confina a nord con la Colombia, a est e a sud con il Perù, e a ovest si affaccia sull’Oceano Pacifico; è attraversato dall’equatore, da cui prende il nome.

La capitale è Quito, che è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità nel 1970 perché ha il centro storico meglio conservato e meno alterato dell’America Latina.

La città più popolata è Guayaquil, mentre Cuenca, la terza città più popolata, è anch’essa Patrimonio dell’umanità, perché è un ottimo esempio di città pianificata in stile coloniale spagnolo.

Fa parte dell’Ecuador anche l’arcipelago delle isole Galápagos, situato a circa 1.000 km dalla costa e particolarmente ricco di specie endemiche.

L’Ecuador, indipendente dal 1830, è una repubblica dal 1832, dopo essere stata colonia spagnola per lungo tempo e dopo aver fatto parte, per alcuni anni, della Grande Colombia.

Stato che comprendeva anche Colombia, Venezuela e Panama.

La lingua ufficiale e interculturale del Paese è lo spagnolo, anche se la costituzione del 2010 riconosce ufficialmente anche lingue amerinde come: il quechua, lo shuar, lo tsafiki e altre, che vengono usate all’interno dei gruppi indigeni.

All’inizio del 2000 la grave crisi che stava attanagliando il paese dovuta al fallimento del sistema finanziario ecuatoriano, portarono alla dollarizzazione, e alla scomparsa del Sucre ecuadoriano.

Nel 2007 l’Ecuador è stato il primo Paese della regione a formare un proprio programma spaziale senza l’aiuto delle potenze straniere.

Il 30 settembre 2010 migliaia di poliziotti occuparono caserme e luoghi pubblici, dando luogo ad una violenta protesta contro i tagli agli stipendi e ai benefit stabiliti dal presidente Rafael Correa nell’ambito di una riforma economica e fiscale.

Il governo dichiarò lo stato d’emergenza per una settimana, l’aeroporto di Quito venne chiuso, e i trasporti pubblici bloccati.

L’ospedale fu assediato dai poliziotti ribelli, ma il 1º ottobre 2010 Correa fu posto in salvo grazie a una incursione delle truppe speciali fedeli al presidente.

Correa accusò i suoi avversari politici di aver fomentato la rivolta, e di aver tentato di innescare un vero e proprio golpe.

Per diversi commentatori invece fu solo una rivolta grossolanamente organizzata, senza una vera e propria direzione politica.

La rivolta fu unanimemente condannata, anche all’estero, come fatto destabilizzante; alla fine il capo della polizia si dimise, e la protesta rientrò.

Nonostante il territorio ecuadoriano non sia particolarmente vasto, esiste una diversa varietà di climi.

In generale, esistono quattro diverse regioni climatiche in Ecuador, con climi e stagioni contrastanti tra loro, condizionati dall’altitudine e dalle correnti oceaniche, in quanto trovandosi all’equatore l’insolazione rimane la stessa durante tutto l’anno

Le stagioni sono solamente due: la stagione umida, inverno, presenta generalmente temperature più elevate della stagione secca, chiamata estate.

La popolazione dell’Ecuador è in continua crescita.

Dei credenti, l’80,44% si dichiara cattolico.

Tra il 2008 e il 2016, il governo ha aumentato di cinque volte la spesa sanitaria media annua per il periodo 2000-2008.

Sono stati costruiti nuovi ospedali pubblici, il numero di dipendenti pubblici è aumentato significativamente e gli stipendi sono stati aumentati.

Nel 2008, il governo ha introdotto una copertura previdenziale universale e obbligatoria.

La corruzione rimane un problema.

La sovrafatturazione è registrata nel 20% degli esercizi pubblici e nell’80% degli esercizi privati.

L’Ecuador ha l’ottava maggior economia nell’America Latina e la 61º al mondo, con un PIL che nel 2012 è stato di circa 150 miliardi di dollari (PPA).

Dal 2007 al 2012 l’economia ecuadoriana è cresciuta ad una media annua del 4,3%, al di sopra della crescita media degli altri paesi dell’America Latina, nonostante la crisi internazionale mondiale avvenuta a partire dal 2008.

Il tasso di povertà è diminuito.

Il petrolio contribuisce al mantenimento di un saldo commerciale positivo.

Il paese ha subito in questi ultimi anni una notevole trasformazione, passando da un’economia prevalentemente agricola ad una industriale e sviluppata soprattutto nel settore terziario.

Il Ministero dell’Informazione e del Turismo, prevedeva il turismo come attività fondamentale per lo sviluppo economico e sociale dei popoli.

L’Ecuador è un paese con grandi ricchezze naturali.

La diversità delle Quattro Regioni dà origine a migliaia di specie di flora e fauna.

Non sorprende che l’Ecuador sia considerato uno dei 17 paesi in cui è presente la maggiore biodiversità del pianeta.

La maggior parte della sua fauna e della flora vivono in 26 aree protette dallo Stato.

Il paese è sede anche di una vasta gamma di culture.

In uno studio del Ministero del Turismo, i maggiori visitatori nel 2010 sono risultati gli statunitensi con quasi il 24% delle presenze totali straniere; seguiti dai colombiani, peruviani , spagnoli , venezuelani ,argentini , cileni , cubani , tedeschi , canadesi , britannici , francesi, messicani, italiani e brasiliani.

Sono ben cinque i siti ecuadoriani inseriti nella Lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO:

  • Città di Quito
  • Isole Galápagos
  • Parco nazionale di Sangay
  • Centro storico di Santa Ana de los Ríos de Cuenca
  • Qhapaq Ñan, sistema stradale andino

 

www.immobiliareestero.it

Segui le nostre pagine social per rimanere sempre connesso con noi:

Instagram: immobiliareestero.it

Facebook: immobiliareestero.it

Linkedin: immobiliareestero.it

Youtube: immobiliareestero.it