News Immobiliari

Resta aggiornato con le notizie dal mondo immobiliare estero

egitto

EGITTO

L’Egitto è un paese transcontinentale che attraversa l’angolo nord-est dell’Africa e l’angolo sud-ovest dell’Asia attraverso un ponte di terra formato dalla penisola del Sinai.

La maggior parte del suo territorio di 1 001 000 chilometri quadrati si trova nel Nord Africa e confina con il mar Mediterraneo a nord; la striscia di Gaza e Israele a nord-est; il golfo di Aqaba e il mar Rosso ad est; il Sudan a sud e la Libia ad ovest.

L’Egitto è uno dei paesi più popolati dell’Africa e del Medio Oriente, e il 14º più popolato al mondo.

La maggior parte della popolazione vive vicino alle rive del fiume Nilo.

L’Egitto ha pochissimi fiumi, ma ha il Nilo, il più importante del Paese, nonché il fiume più lungo al mondo.

Esso nasce dai grandi laghi africani, nella zona centrale del continente, e nel suo ultimo tratto attraversa da sud verso nord la parte orientale dell’Egitto.

Il Nilo è stato di vitale importanza per il fiorire delle antiche civiltà.

Lo è ancora oggi poiché è una fonte inesauribile di acqua per l’irrigazione dei campi.

Senza di esso l’Egitto sarebbe un’isolata landa desertica senza vita, trovandosi su uno dei territori più aridi del deserto sahariano, il deserto libico.

Le grandi regioni del deserto del Sahara, che costituiscono la maggior parte del territorio dell’Egitto, sono scarsamente abitate.

Circa il 42% dei residenti in Egitto vive in aree urbane, con la maggior diffusione di tutti i centri densamente popolati al Cairo, Alessandria e altre grandi città del delta del Nilo, come Mansura.

L’Egitto ha una delle più lunghe storie di ogni Stato moderno, essendo stato continuamente abitato dal X millennio a.C.

I suoi monumenti, come la piramide di Giza e la Grande Sfinge, sono stati costruiti per la sua antica civiltà, che è stata una delle più avanzate del suo tempo.

Le sue antiche rovine, come quelle di Menfi, Tebe, Karnak e la Valle dei Re, al di fuori di Luxor, sono luoghi significativi di interesse archeologico e turistico.

La ricca eredità culturale dell’Egitto, così come l’attrazione della sua riviera del mar Rosso, hanno fatto del turismo una parte vitale dell’economia, che impiega circa il 34% della forza lavoro del paese.

L’economia dell’Egitto è una delle più diversificate del Vicino Oriente, con settori quali il turismo, l’agricoltura, l’industria e dei servizi a livelli di produzione senza uguali.

L’Egitto è considerato una media potenza, con una significativa influenza culturale, politica e militare in Nord Africa, Vicino Oriente e mondo musulmano.

Il clima egiziano si presenta di tipo desertico su quasi tutto il Paese, fatta eccezione per la zona mediterranea dove esso è più temperato.

Gli inverni sono miti e le estati molto calde e secche.

La popolazione è concentrata, con una densità elevatissima, lungo la valle del Nilo.

La popolazione egiziana è cresciuta in maniera esponenziale nell’ultimo mezzo secolo.

Gli egiziani di lingua araba rappresentano complessivamente il principale gruppo etnico del Paese, comprendendo il 94,5% della popolazione.

Circa l’85% della popolazione è di fede musulmana.

La lingua ufficiale è l’arabo, inteso come arabo moderno standard; tuttavia, la lingua quotidiana della popolazione è l’arabo egiziano.

L’Egitto sta attraversando una fase di transizione demografica ed epidemiologica che impatta sensibilmente tanto sulle dimensioni quanto sullo stato sanitario della popolazione.

La qualità tecnica dei professionisti sanitari resta poi inadeguata in diverse aree del Paese.

L’applicazione delle procedure asettiche di base non è per nulla ottimale, a causa della loro complessità e molteplicità le registrazioni mediche sono spesso incomplete.

Il Parlamento europeo ha più volte condannato il regime di al-Sisi per le continue violazioni dei diritti umani, le sparizioni forzate, le torture, la detenzione in condizioni degradanti, gli arresti arbitrari, la sistematica intimidazione di attivisti pacifici, giornalisti, persone LGBT e studenti, le condanne a morte con processi collettivi e le condanne a morte di minori.

L’economia egiziana in forte crescita, prevalentemente agricola, nonostante il recente sviluppo delle attività industriali, e turistiche, era caratterizzata fino a qualche tempo fa da una pressoché assoluta staticità alla monocoltura del cotone.

Una grande risorsa per l’economia locale è il turismo.

L’Egitto dispone di un patrimonio storico-culturale tra i più importanti al mondo e ha anche grandi risorse ambientali, come la barriera corallina del Mar Rosso.

Nonostante la minaccia del terrorismo, il settore turistico si sta espandendo rapidamente e ormai conta oltre 10 milioni di turisti stranieri all’anno.

Il turismo, attualmente è l’attività più importante del settore terziario, ripreso dopo gli attentati degli anni Novanta, vede in Sharm el-Sheikh, Dahab, Hurghada e Marsa Alam i centri più importanti dove sono sorti numerosi alberghi e villaggi turistici con animazione turistica e internazionale.

I turisti provengono principalmente dall’Europa e prediligono destinazioni come Il Cairo (piramidi e museo archeologico), la stessa Luxor, le località balneari di Sharm el-Sheikh, Hurghada e Marsa Alam oppure preferiscono fare una crociera sul Nilo che, generalmente, dura una settimana.

Grazie a petrolio e molti giacimenti di gas naturale consentono al paese l’autosufficienza, l’industria energetica è abbastanza sviluppata.

Sono importanti anche il settore siderurgico, meccanico e chimico.

Il settore più sviluppato è comunque quello tessile.

 

www.immobiliareestero.it

Segui le nostre pagine social per rimanere sempre connesso con noi:

Instagram: immobiliareestero.it

Facebook: immobiliareestero.it

Linkedin: immobiliareestero.it

Youtube: immobiliareestero.it