News Immobiliari

Resta aggiornato con le notizie dal mondo immobiliare estero

india

INDIA

L’India è una vasta nazione dell’Asia Meridionale con un territorio diversificato, che va dalle cime dell’Himalaya alla costa dell’Oceano Indiano.

Possiede una storia che risale a 5000 anni fa.

È bagnata dall’Oceano Indiano a sud, dal Mar Arabico a ovest e dal Golfo del Bengala a est, possiede una linea costiera che si snoda per 7517 km.

L’India è il 7º stato del mondo per superficie mentre, con circa 1 miliardo e 390 milioni di abitanti, è il 2º più popoloso dopo la Cina.

Sede della civiltà della valle dell’Indo e regione di rotte commerciali storiche e di vasti imperi, il subcontinente indiano è stato identificato con il suo commercio e la ricchezza culturale per gran parte della sua lunga storia.

Quattro grandi religioni del mondo (il buddismo, l’induismo, il giainismo e il sikhismo) sono nate qui, mentre lo zoroastrismo, l’ebraismo, il cristianesimo e l’islam vi arrivarono entro il I millennio d.C., dando forma nella regione a una grandissima diversità culturale.

Sotto il regno dell’imperatore Aurangzeb, l’India è stata l’economia più forte e produttiva del mondo, valendo un quarto (25%) del PIL mondiale, con un’entrata annuale dieci volte di più dell’Impero francese.

Gradualmente annessa alla Compagnia britannica delle Indie orientali e colonizzata dal Regno Unito dalla metà del XIX secolo, l’India è diventata un moderno stato nazionale.

La lotta per l’indipendenza  è stata caratterizzata da una diffusa resistenza non violenta guidata da Gandhi.

L’India è la settima più grande economia del mondo in termini nominali e la quarta in termini di potere d’acquisto.

Riforme economiche hanno trasformato lo stato nella seconda economia a più rapida crescita.

La società indiana è multilingue, multietnica e caratterizzata da uno storico pluralismo religioso.

Nonostante ciò, il paese soffre ancora di alti livelli di povertàanalfabetismo e malnutrizione, oltre ad avere un sistema sociale basato sulle caste ancora influente benché sia stato ufficialmente abolito nel 1947, anno in cui l’India ha ottenuto l’indipendenza.

L’India è un membro fondatore del Movimento dei Non-Allineati (dal 1961) e delle Nazioni Unite.

Nel 1974 l’India ha condotto un test nucleare sotterraneo, a cui hanno fatto seguito altri cinque test nel 1998, divenendo una potenza dotata di bomba atomica.

Il terrorismo in India costituisce un grave problema: in particolare esso è presente nel Jammu e Kashmir, nel nord-ovest dell’India, dove l’irrisolta questione del Kashmir continua ad avvelenare gli animi dell’India e del Pakistan.

Negli ultimi anni, esso si è presentato anche nelle grandi città, come ad esempio Nuova Delhi e Bombay.

Di particolare rilievo sono stati gli attacchi del 2001 al Parlamento indiano e a quello di Jammu e Kashmir.

Il clima indiano è fortemente influenzato dall’Himalaya e dal deserto di Thar, che guida i monsoni.

L’Himalaya frena i venti freddi dell’Asia centrale, mantenendo la maggior parte del subcontinente indiano a una temperatura più alta di regioni poste a simili latitudini.

Il deserto di Thar svolge un ruolo fondamentale per attrarre i venti del monsone estivo, che fornisce la maggior parte delle piogge nel corso dell’anno.

Quattro grandi raggruppamenti climatici predominano nel paese: tropicale umido, tropicale secco, subtropicale umido, e montano.

L’India è il secondo paese più popoloso del pianeta (dopo la Cina) e, secondo alcune statistiche, potrebbe divenire il primo intorno al 2030.

La popolazione indiana è a grande maggioranza di religione induista, la seconda comunità religiosa della nazione è quella dei musulmani.

La Costituzione non riconosce una lingua nazionale, ma diverse lingue ufficiali: l’hindi è lingua ufficiale del governo.

In India si parlano ben 179 lingue diverse.

L’inglese è ampiamente utilizzato in economia e nelle gestioni aziendali.

L’India è una federazione di stati con parlamenti e governi autonomi.

Ci sono 28 stati federati e 8 territori, ognuno suddiviso in distretti; in alcuni stati federati i distretti sono riuniti in divisioni, che rappresentano così il secondo livello amministrativo.

L’India mantiene la terza più grande forza militare del pianeta.

Dopo l’indipendenza l’India ha adottato un sistema a economia mista, dal 1991, l’India ha progressivamente aperto i propri mercati attraverso le riforme economiche del governo e ha ridotto i controlli sul commercio estero e sugli investimenti.

L’India possiede la seconda più grande forza lavoro del mondo, il 60% dei quali sono impiegati nel settore agricolo e industriale.

L’India è il sesto più grande consumatore di petrolio e il terzo più grande consumatore di carbone.

Negli ultimi anni l’India è riuscita a capitalizzare l’istruzione in lingua inglese di molte persone.

Diventando un’importante mèta di outsourcing per le società multinazionali e una popolare meta per il turismo medico.

L’India è diventata anche grande esportatrice di software e finanza, ricerca e servizi tecnologici.

Anche se l’economia indiana è cresciuta costantemente nel corso degli ultimi due decenni, la sua crescita è stata irregolare e diseguale fra i diversi gruppi sociali, gruppi economici, regioni geografiche, e tra zone rurali e zone urbane.

Un quarto della popolazione della nazione si trova sotto la soglia di povertà.

Il trasporto pubblico soffre di tecnologia obsoleta, incapacità di gestione e bassa produttività del lavoro.

Sono attualmente 40 i siti indiani iscritti nella Lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

 

www.immobiliareestero.it

Segui le nostre pagine social per rimanere sempre connesso con noi:

Instagram: immobiliareestero.it

Facebook: immobiliareestero.it

Linkedin: immobiliareestero.it

Youtube: immobiliareestero.it